Progetto Crocus. In ricordo dei bambini uccisi nell’Olocausto.

tratto da pag. 19 de “la Settimana” del 2 Aprile 2017

La quinta classe dell’indirizzo dei Sistemi Informativi Aziendali dell’IIS De Amicis di Rovigo ha aderito ad un bel progetto di valore europeo denominaro “Progetto Crocus” che parte dall’iniziativa di un gruppo Irlandese nel 2005 con l’obiettivo di introdurre i giovani nell’argomento dell’olocausto e per sensibilizzarli sui rischi del razzismo e dell’intolleranza. Gli studenti imparano così quanto importante sia l’integrazione di tutti gli individui indipendentemente dall’etnia, handicap, orientamento sessuale e credo religioso. In questo modo i bambini non vengono dimenticati e la loro memoria e le loro storie vengono trasmesse alle generazioni future.
Più di 400 classi in Europa hanno aderito a questa proposta tenendosi in contatto attraverso un gruppo facebook sul quale poi sono state postate le foto del lavoro in fieri ed al  termine.
Dalla sede del gruppo, la classe del De Amicis ha ricevuto 100 bulbi di crocus gialli simbolo appunto dei bambini uccisi nell’Olocausto “…per non dimenticare”.
Come ha fatto ogni classe coinvolta, anche questa di Rovigo ha poi piantato i bulbi e li ha curati fino alla loro fioritura.
Essi torneranno a fiorire in ricordo di queste vite spezzate.
Il 18 novembre 2016 sono stati piantati 100 bulbi di Crucus gialli ricostruendo la stella di David simbolo del popolo ebreo e li hanno curati fino alla loro definitiva fioritura.

M.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...