Festa per le Comunicazioni Sociali a Borsea

tratto da pag. 12 de “la Settimana” del

di Francesca Ledda

Domenica 4 giugno 2017, presso la parrocchia di san Zenone di Borsea-Rovigo, si è tenuta la festa delle comunicazioni sociali della diocesi di Adria-Rovigo.
Prima della Santa Messa delle ore 11.00, il parroco, don Silvio Baccaro, ha invitato i fedeli a riunirsi presso i locali parrocchiali, insieme al direttore del periodico della diocesi, Mons. Bruno Cap

cropped-cropped-cropped-cropped-cropped-logo-de-la-settimana-testata1.jpg

pato.
Quest’ultimo ha raccontato con molto piacere la sua esperienza di direttore del periodico e della radio diocesana. Il settimanale di informazione della diocesi è stato fondato nel 1900, ad opera di Mons. Giacomo Sichirollo, per ricordare l’anno giubilare. L’attuale direttore svolge questo ruolo da 40 anni, ancora con molta soddicropped-pubblicitacc80-man1.jpgsfazione, perché la tiratura ufficiale è di circa 2200 copie, e per il fatto che attualmente si distribuisce anche negli ambulatori degli ospedali e nelle edicole. Riguardo all’esperienza di direttore di Radio Kolbe, don Bruno sottolineava di aver iniziato tale incarico 36 anni fa, quando si sviluppavano molte radio private, e la radio della nostra diocesi aveva un etere libero. Solo la legge Mammì del 1990 ha riordinato le frequenze. La radio ha preso il nome da San Massimiliano Kolbe, perché egli per primo creò una radio privata nel 1936. Radio Kolbe trasmette ogni giorno la Santa Messa dal Duomo di Rovigo, che è molto seguita dalle persone anziane. Un programma dedicato ai giovani, invece, è Polesine Coast to Coast, realizzata da due ragazzi della nostra diocesi. Durante questa trasmissione, vengono discussi temi importanti per i giovani, vengono presentate alcune iniziative della diocesi.
Uno di loro, Thomas, sottolineava che non riusciva a verificare il numero degli ascolti per ogni puntata, ma che il programma l’ha sempre soddisfatto, perché riesce a coinvolgere molte persone. Sul punto, don Bruno evidenziava che Radio Kolbe è strutturata a “corridoi”, perché spazia dai temi per i giovani, a quelli relativi alle donne, al volontariato, all’informazione religiosa. Successivamente, il direttore del periodico ha sottolineato che l’immissione in rete della testata ha reso più facile la comunicazione delle notizie.
Ha ritenuto che i social network possono contribuire alla diffusione della fede, pensando anche ai “tweet” di Papa Francesco. Tra un intervento e l’altro il parroco di Borsea ha invitato i presenti ad un abbonamento annuale al periodico, in modo da essere informati sulle iniziative della diocesi e confrontarsi con realtà diverse, dando così più spazio non solo alla religione, ma anche alla cultura e all’informazione importante e positiva, rispetto a quella negativa o meno importante. Egli, infatti, riteneva che la stampa dà sempre più risalto alle notizie brutte, alle scene crude e dure, che a quelle belle.
La Santa Messa delle ore 11.00 è stata concelebrata dal parroco di San Zenone e da don Bruno, che nell’omelia ha ricordato i suoi 40 anni di direzione del periodico della diocesi. La Messa è stata animata da un coro di giovani, che ha eseguito canti gioiosi e significativi. Alla fine della Santa Messa, io e il parroco abbiamo distribuito ai fedeli le copie de “La Settimana”.
DIAMO VOCE ALLA BUONA NOTIZIA, CONTRO OGNI CATTIVA NOTIZIA.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...