Verso la Settimana Sociale di Cagliari

tratto da pag. 4 de “la Settimana” del 22 Ottobre 2017

di Daniela Malin

Nella serata di mercoledì 11 ottobre si è tenuto un incontro in vescovado tra il Vescovo Mons. Pierantonio Pavanello e i tre polesani che parteciperanno ad un importante appuntamento nazionale in Sardegna.
Dal 26 al 29 ottobre prossimi, infatti, la Conferenza Episcopale Italiana organizzerà a Cagliari la 48a settimana sociale nazionale dal titolo “Il lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo, solidale.”, che segnerà la rotta sociale che la Chiesa Italiana intraprenderà nei prossimi anni. Anche la Diocesi di Adria-Rovigo sarà presente in Sardegna con Don Carlo Marcello, direttore dell’ufficio diocesano per la pastorale sociale e del lavoro e consulente ecclesiastico della Coldiretti di Rovigo e con Matteo Barion (nella foto il primo a destra), segretario del movimento dei lavoratori dell’Azione Cattolica. A questo prestigioso appuntamento nazionale è stato invitato a partecipare anche un sindaco della provincia di Rovigo: si tratta del sindaco del comune di San Bellino – dott. Aldo D’Achille – che in questi anni ha intrapreso una politica sobria e concreta. Egli interverrà evidenziando i progetti realizzati e quelli in divenire che prevedono il coinvolgimento dei cittadini nella tutela della res publica e la visione proposta per l’abbattimento delle barriere architettoniche nel piccolo comune polesano.
Nei quattro giorni, dedicati a diverse aree tematiche, saranno molti i momenti di confronto con personalità di caratura nazionale tra cui il ministro Poletti e il Presidente del Consiglio Gentiloni. A tal proposito il sindaco D’Achille afferma: “È un onore essere stato invitato e poter avere l’opportunità di confrontarmi in questo importante convegno a cui parteciperò con entusiasmo, perché è un tempo di confronto e credo che come Sindaci siamo sempre più chiamati in prima linea ad affrontare in modo concreto le emergenze sociali. Ho chiesto di essere inserito nel gruppo di studio «Il senso del lavoro umano e le sfide dell’innovazione», richiesta che è stata accolta. Questo tavolo tematico sarà importante per approfondire le nuove prospettive lavorative che segneranno il prossimo futuro e spero gettino luce sul vero problema che attanaglia il nostro Polesine: l’ emigrazione dei nostri giovani a causa della percezione di deboli prospettive lavorative”.
La diocesi di Adria-Rovigo desidera aiutare e tenere alta l’attenzione sul problema del lavoro già il 29 gennaio con un convegno socio-politico e una serie di appuntamenti nei mesi di febbraio e marzo prossimi sulla pastorale del lavoro.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...