Padre Gino Raisa Sj è tornato alla casa del Padre. Missionario polesano in Brasile

tratto da pag. 13 de “la Settimana” del 29 Ottobre 2017

L’annuncio del Collegio Antonio Vieira di Salvador di Bahia – struttura formativa dei Gesuiti nata all’inizio del XX secolo molto frequentata ed apprezzata anche oggi – ha comunicato a tutti la scomparsa di Padre Gino Raisa che è stata una figura molto conosciuta nel mondo gesuita brasiliano e soprattutto in questa scuola dove ha insegnato per molti anni.
“È con immenso dispiacere che comunichiamo all’intera comunità educativa del Collegio Antonio Vieira il decesso di Padre Gino Raísa, sj, a 93 anni, si è verificato il 19 Ottobre 2017, a Fortaleza.
Egli ha dedicato 72 anni della sua vita alla compagnia di Gesù e ha segnato in modo unico la storia del “Vieira” e di molti studenti del Collegio come fondatore del Vieirinha e creatore della biblioteca che porta il suo nome ed è riferimento per gli allievi dell’ insegnamento di Fondamentale I.
Che la certezza della vita eterna e della risurrezione di Cristo conforti il cuore di tutti in questo momento”
Padre Raisa è stato un nostro missionario Polesano, cresciuto in una delle famiglie più conosciute nella città di Rovigo, il padre Virginio ha dedicato tanti anni all’Unitalsi come barelliere e Guardia d’Onore, insieme alla moglie, dell’Adorazione Perpetua che ha sede presso la Chiesa di San Domenico.

La sua vocazione
Vogliamo riprendere il brano di una lettera pubblicata nel nostro settimanale del 2006 che proprio Padre Raisa scrisse a Don Dante Bellinati ricordando la sua Vocazione nata propria nella piccola Chiesa di San Domenico:
“Ho detto che mi considero un piccolo frutto dell’Adorazione Perpetua, perché la mia vocazione, che è nata come una sementina nel giorno della mia Prima Comunione (avevo otto anni), è cresciuta lentamente davanti al SS. Sacramento esposto solennemente e che io adoravo tutti i giorni nel tempo che non stavo in Seminario.
L’Eucaristia e il Sacerdozio camminano perennemente uniti, come il grande dono di Gesù del Giovedì Santo. E, concludendo, il giorno nel quale sono nato (17 aprile 1924) era il Giovedì Santo, nella stessa ora della celebrazione della S. Messa, nella chiesa parrocchiale. Mia mamma me lo ricordava sempre.
Già anziano (81 anni) per l’età, mi sento ancora giovane, perché costantemente Ministro e Servo dell’Eucaristia.
La Beata Vergine delle Grazie (Duomo di Rovigo) accompagni sempre voi della nostra Diocesi di Adria-Rovigo e noi, figli della stessa Diocesi, sparpagliati in molte regioni del mondo.
Sempre uniti nella preghiera, sempre… P. Gino Raisa S.J.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...