La Festa della Madonna del Divino Parto

tratto da pag. 8  de “la Settimana” del 5 Novembre 2017

di Gabriele Antonioli

Anche quest’anno tanti fedeli, molti dei quali provenienti dai paesi limitrofi, hanno partecipato domenica 22 ottobre alla Solennità della Madonna del Divin Parto rinnovando una devozione mariana che da secoli non conosce sosta. La “Funzion”, come è chiamata a Ceneselli, è stata presieduta da don Silvano Trincanato, direttore dell’Ufficio famiglia e dell’Ufficio pastorale vocazionale della Diocesi di Padova nonché Animatore del Seminario maggiore della città del Santo.
Hanno concelebrato con lui i sacerdoti dell’Unità pastorale di Castelmassa: don Stefano Marcomini, parroco di Ceneselli, don Nicola Albertin, don Daniele Spadon, don Deogratias Mvuyishanga. Presenti anche alcuni seminaristi della Diocesi di Padova. La s. Messa è stata animata dai canti della Corale parrocchiale. Il servizio liturgico è stato prestato dal gruppo ministranti di Ceneselli e dalle Confraternite del Santissimo Sacramento di Ceneselli e di San Pietro Polesine. “Sono contento di vivere con voi questa Funzione”, ha esordito don Trincanato nella sua omelia, “ed è una gioia che sento anche per contagio. È una festa che sentite profondamente, che vi fa sentire comunità”.
Ha poi ricordato il ruolo di Maria: “ha un posto centrale nella redenzione, ma non è il Redentore: essa è la custodia del Figlio di Dio, lo strumento, necessario, bello e prezioso scelto da Dio per farsi prossimo a noi”. Don Trincanato ha concluso con un invito alla preghiera che “ci fa diventare simili a Maria che ha generato il Figlio di Dio: anche noi siamo gravidi del Figlio di Dio, ma egli desidera la luce, vuole venire alla luce e noi possiamo darlo alla luce solo se la nostra vita cristiana matura”.
Al termine della celebrazione era in programma la processione per le vie del paese con una riproduzione della preziosa statua quattrocentesca della Madonna del Divin Parto, rinvenuta, secondo la tradizione, nelle acque in località Frata e conservata nella chiesa parrocchiale. La pioggia cominciata a cadere all’inizio della celebrazione e le previsioni di imminenti temporali a lungo hanno fatto temere un annullamento del tradizionale corteo.
Qualche istante prima del termine della s. Messa, però, il cielo si è invece aperto e la pioggia è cessata consentendo il regolare svolgimento della processione lungo via Battisti, via 1° Maggio, viale Rimembranza e piazza Marconi vestite e illuminate a festa. “Hai visto che la Madonna ci ha aiutato ancora una volta”, hanno commentato alcune signore. Pochi minuti dopo la conclusione della “Funzion” è arrivato l’atteso temporale con pioggia copiosa.
La festa si è conclusa con una cena presso il Centro della comunità. Le offerte raccolte sono state devolute pro restauro della chiesa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...