Una bellissima festa dei Cresimandi a Fratta

di Settimio Rigolin

Oltre quattrocentocinquanta ragazzi in cammino per le vie e le strade dell’antica città di Fratta Polesine (Ro), in “pellegrinaggio” nel paese polesano che vide oltre un secolo fa la presenza di un santo, San Luigi Guanella, aprire le porte della sua Opera di Carità e di amore, per accogliere i poveri più poveri.
Il tempo, non certo primaverile, non ha fermato i ragazzi convenuti a Fratta dalle diverse realtà della Diocesi, parrocchie, vicariati, gruppi, associazioni, movimenti.
La Festa dei Cresimandi ha voluto essere momento di incontro, di preghiera e di silenzio per tutti coloro che devono ancora ricevere o hanno già ricevuto quest’anno il Sacramento della Confermazione.
L’incontro, che ha avuto luogo nel pomeriggio di sabato 17 marzo 2018, è stato promosso dalla Diocesi di Adria-Rovigo attraverso l’Ufficio Catechistico, e la collaborazione della parrocchia e la comunità di Fratta Polesine, in modo particolare il Gruppo Catechisti guidato da Chiara Voltan, don Andrea Varliero (Responsabile Ufficio Catechistico Diocesano), don Mario Ferrari (parroco di Fratta) con la collaborazione di: Gruppo Famiglie, Coro Giovani, Animatori D&G, Amministrazione Comunale, Gruppo Volontari e Protezione Civile e tante altre realtà del territorio di Fratta Polesine.
Ad accompagnare i ragazzi un gruppo di circa un centinaio di persone, tra questi catechisti, animatori, giovani sacerdoti impegnati nella Pastorale Giovanile Diocesana.
“Dove abiti?” è stato il tema della giornata, ma è soprattutto la domanda rivolta a Gesù da Giovanni e dagli Apostoli. Sospinti da questa frase i giovani hanno vissuto l’intera giornata.
Dopo il momento dell’accoglienza nella piazza centrale della città, è iniziato il cammino, un percorso a tappe attraverso le vie della città, suddivisi in gruppi, i ragazzi accompagnati dagli animatori hanno potuto immergersi ed ammirare le “bellezze” della città di Fratta Polesine, a partire dal Parco Labia, nella contemplazione della natura, per arrivare alla meravigliosa Villa Badoer.
Infine i ragazzi hanno cercato Gesù nella carità e nell’amore verso gli “ultimi” presso l’Opera San Luigi Guanella, la Casa Sacra Famiglia.
In questo luogo “Cittadella dell’Amore”, ragazzi e animatori insieme, accolti dalla superiora della Casa, suor Gabriella e dalle ospiti dell’Istituto, hanno vissuto un momento forte, di preghiera e di fraternità.
Ad accompagnare i ragazzi nell’ultimo tratto del cammino, alla chiesa parrocchiale di Fratta, il Vescovo di Adria-Rovigo mons. Pierantonio Pavanello che ha presieduto la celebrazione dell’eucarestia, momento culminante e conclusivo della Festa.
La grande chiesa di Fratta era occupata da ragazzi e animatori in ogni ordine di posti.
Il Vescovo Pierantonio nella sua omelia ha ricordato ai futuri cresimandi, e nello stesso tempo a coloro che hanno già ricevuto la cresima, il significato vero del Sacramento della Confermazione, conferma della propria fede da vivere e testimoniare nella propria vita.
Il Vescovo Pierantonio ha offerto ai ragazzi la testimonianza e la storia di un giovane, Oscar, gravemente malato che ha saputo vivere e vincere la paura e il dolore della malattia, grazie al coraggio che solo una fede solida poteva donare.

Un po’ di foto della giornata (Voltan e Zuccolo ph)

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...