Formazione giornalisti con lo IUS soli

L’immigrazione con i diritti e i doveri di cittadinanza, il portato delle seconde generazioni e il dibattito sul riconoscimento dello jus soli, le frontiere dell’integrazione nella vita di ogni ogni giorno dalla scuola al mondo del lavoro. Tanti i temi, ma un unico filo conduttore quello che, tra dati ed esperienze sul campo, verrà dipanato nei due appuntamenti organizzati a Rovigo da Associazione polesana di stampa (sezione territoriale del Sindacato dei giornalisti del Veneto), Articolo 21 Veneto, Caritas diocesana di Adria-Rovigo, Informazione sociale con il riconoscimento dell’Ordine dei giornalisti.

Si inizierà giovedì 24 maggio alle 18 nella Sala Celio di via Ricchieri con un dibattito pubblico dal titolo “Migrazione e media locali”

In quest’occasione verrà presentata una ricerca condotta tra maggio e settembre 2017 dalla dottoressa Sofia Paresani della Cooperativa Porto Alegre riguardante la modalità di rappresentazione del fenomeno migratorio attraverso i quotidiani locali. Grazie al contributo del giornalista Cristiano Draghi, dei ricercatori Paola Barretta (Osservatorio di Pavia e coordinatrice del rapporto Carta di Roma sulle migrazioni) e Ugo Melchionda (Referente per l’Italia del rapporto internazionale Ocse sulle migrazioni), insieme a Monica Andolfatto (Segretaria del Sindacato dei giornalisti del Veneto) e Gianluca Amadori (Presidente dell’Ordine dei giornalisti del Veneto) e Carlo Zagato (presidente della Cooperativa Porto Alegre), l’incontro sarà l’occasione per riflettere e confrontarsi sull’uso del linguaggio giornalistico che con continenza, pertinenza, veridicità, semplicità, efficacia deve descrivere temi complessi come quello migratorio.

Venerdì 25, dalle 9 alle 13.30, il Centro giovanile Don Bosco di via Marconi ospiterà una giornata di formazione rivolta a giornalisti e operatori sociali dal titolo “ Migrazioni e ius soli: dirittto, solidarietà, integrazione e deontologia”. Per il secondo anno consecutivo infatti Caritas diocesana di Adria-Rovigo, Associazione Polesana della stampa, Articolo 21 Veneto e Associazione InFormazione Sociale collaborano per offrire a quanti si occupano di comunicazione un’occasione di formazione e riflessione etica su temi d’interesse sociale.

Oltre a Barretta e Melchionda, che porteranno dati e numeri verificati, interverranno la giornalista Eleonora Camilli (Redattore Sociale) sul nesso tra Carta di Roma e linguaggi dell’informazione, con l’avvocato Giovanni Barbariol (Avvocati di strada), che approfondirà il tema sul versante legale, e il professor Fabio Cusin, che porterà esperienze e riflessioni sui percorsi didattici nelle scuole, dove spesso integrazione e dialogo procedono con maggiore speditezza, grazie alla condivisione di spazi e proposte formative. Facilitatori nei gruppi di lavoro saranno Nicola Chiarini, Maurizio Romanato (entrambi impegnati nel Sindacato dei giornalisti del Veneto) con Dario Fortin (Informazione sociale), giornalista pubblicista e docente dell’università di Trento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...