Archivi categoria: PASTORALE GIOVANILE

Giovani verso la “Rinascita”

di Don Fabio Finotello e Enrico Zamariola

Festagiovani2018 ha raccolto ancora una volta una comunità giovanile mescolata nei territori ricchi e variegati della nostra Chiesa, nella bellezza di un camminare insieme – questa volta anche fisico, lungo le sinuose rive del grande fiume – che ci ha fatto riscoprire la sempre vigorosa vitalità del Vangelo: non dimenticheremo i volti bellissimi dei giovani delle località ospitanti quest’ultima bella edizione, orgogliosi di aprire i loro cuori e la loro terra a tanti fratelli capaci di mettere la firma insieme a loro sotto il volto di Cristo, e di muoversi per le strade di una città chiaramente riconoscibili come discepoli di Gesù. La forza di questi giovani è forza del nostro Polesine, ed è una grazia di cui rallegrarci, un segno che la nostra Chiesa, quando opera tutta insieme, sa parlare di Cristo al cuore dei giovani seminando in loro la chiamata evangelica a sentirsi responsabili davanti al mondo di un futuro che sia secondo il cuore di Gesù.

Approfondimenti ne “la Settimana” in uscita questa settimana.

L’attesa è finita! Festa giovani 2018 pronta al decollo

FESTAGIOVANI CONFSTAMPA

Alla conferenza stampa gli organizzatori hanno detto che sono attesi trecento ragazzi per l’incontro di sabato 7 aprile, ossia per la loro festa che ha come scenario quest’anno le rive del grande fiume.
L’incontro dei giovani che ha il senso della preparazione al Sinodo a loro dedicato, è organizzato dalla Pastorale Giovanile della Diocesi di Adria-Rovigo, in collaborazione con l’unità pastorale di Santa Maria Maddalena, Occhiobello e Gurzone. I ragazzi navigano su di un tratto del fiume con dei barconi per passare poi sul territorio a piedi così da far conoscere a ragazzi e a giovani di altre parrocchie le bellezze del territorio lungo il Po.
La festa giovani è accompagnata dalla musica della Bomber band di Ferrara.

Festa Giovani! Il 7 Aprile è vicino. Santa Maria Maddalena è pronta all’evento

Anche quest’anno Festagiovani è alle porte, dopo aver raggiunto Badia nel 2017 l’evento si sposta a Santa Maria Maddalena Sabato 7 Aprile. Sarà una giornata piena di sorprese con un format diverso da quello visto negli ultimi anni.

Festagiovani2018 è l’incontro annuale dei giovani organizzato dalla Diocesi di Adria-Rovigo, quest’anno in collaborazione con l’Unità Pastorale di Santa Maria Maddalena, Occhiobello e Gurzone, nel vicariato di Stienta.

Festagiovani raggiunge così la sponda del Po, le suggestioni ricche di storia del grande Fiume, la bellezza di una scoperta del nostro territorio, proprio nell’anniversario ai duecento anni dall’unificazione delle Parrocchie esposte sulla Riviera padana nell’unica Chiesa di Adria-Rovigo.

La Comunità Cristiana locale si sta preparando al grande evento con un comitato organizzatore che sta seguendo tutti i profili del radunarsi insieme di molti giovani provenienti da tutte le Parrocchie del Polesine.

Per saperne di più riguardo a iscrizione e programma della giornata : http://www.5pani2pesci.it

image1

Torna la Quaresima su Telegram

17101233_10212215885901232_1996106766_o

La Pastorale giovanile anche quest’anno ha istituito la Quaresima sull’app di messaggistica “Telegram”. Da oggi è possibile condividere questa iniziativa con tutti gli amici per farli unire al canale ” https://t.me/adriarovigo5pani2pesci, l’unico ufficiale della Pastorale giovanile della diocesi di Adria-Rovigo.

Ogni giorno lungo tutti i 40 giorni riceverete un pensiero di riflessione sulla Quaresima scritto da parroci e laici della nostra diocesi.

Le Ceneri che fanno Quaresima. Mercoledì 14 Febbraio

La Notte delle Ceneri anche quest’anno apre le porte alla Quaresima: nel giorno in cui in tutto il mondo i cristiani aprono il tempo di Quaresima in Polesine ci si raduna alle ore 21.00 insieme ai giovani nelle seguenti Chiese della Diocesi:

Cattedrale di Adria

Chiesa parrocchiale della Madonna Pellegrina (Commenda) in Rovigo (presiede il Vescovo Pierantonio)

Chiesa parrocchiale di Baruchella

Chiesa di San Biagio in Lendinara

Chiesa parrocchiale di Castelnovo Bariano 

Chiesa parrocchiale di Occhiobello

Nella Chiesa parrocchiale di Polesella la preghiera di inizio della Quaresima si terrà venerdì 16 Febbraio, primo venerdì di Quaresima, alle

Il cammino da discepoli amati e prediletti entra nel tempo fecondo che si avvicina alla Pasqua, caratterizzato dal percorso di formazione giovanile in Diocesi di Adria-Rovigo e e dall’avvicinamento a Festagiovani che si terrà a Santa Maria Maddalena il 7 Aprile 2018.

Verso la “Seconda Notte Giovane”

di Thomas Paparella

Dopo il primo Venerdì giovani che ha coinvolto tutta la diocesi , la pastorale giovanile è pronta ad accogliere i ragazzi per una nuova serata di riflessione ed amicizia.
Venerdì 24 Novembre sei luoghi del nostro territorio saranno ritrovo per tantissimi giovani pronti ad interfacciarsi con la Parola e con sè stessi.
Molti luoghi che hanno contraddistinto la prima serata lo saranno anche per questa “Seconda Notte Giovane” : Raccano, Lendinara (Frati Cappuccini) e Rovigo (Seminario diocesano). Altre vicarie invece hanno deciso di spostarsi e di coinvolgere altri luoghi, a Corbola infatti si ritrovano tutti i ragazzi della zona Adriese, Bergantino ospiterà la zona “altopolesana” e Santa Maria Maddalena invece avrà un compito speciale.
Qui infatti dopo l’annuncio ufficiale che il paese sarà “Città dei giovani 2018”, saranno ospitati i rappresentanti della scorsa Festa Giovani di Badia e si avrà modo di entrare nella presentazione delle attività che la Vicaria di Stienta ha fatto in questi anni. Tutta la zona si ritroverà presso il Teatro Parrocchiale di fianco alla Chiesa.
Il titolo di questa Seconda Notte Giovane è “Gesù si presentò sulla riva” da Giovanni 21,4. Un modo per avvicinarsi insieme all’Avvento, questo periodo importante che è attesa di una Nascita che ci ha salvato la vita.

Santa Maria Maddalena ospiterà la Festagiovani 2018. Sabato 7 Aprile

Tanti giovani si sono radunati nei vari luoghi della Diocesi per la “Prima Notte Giovane”, in ogni località ci sono stati molti momenti di Spiritualità uniti alla convivialità che è un ottimo collante tra i ragazzi. Uno dei momenti più emozionanti è stato quando  a Fiesso  i ragazzi della Vicaria di Stienta sono stati raggiunti dalla notizia  che la prossima città ospitante di questo importante evento giovanile sarà Santa Maria Maddalena, precisamente Sabato 7 Aprile. Un centro importante quello di Santa Maria, che confina con la diocesi di Ferrara oltre che con la città. Il luogo racchiude tantissime esperienze giovanili, una su tutte gli scout che saranno sicuramente parte integrante di questa festa, non ci resta che attendere la programmazione della giornata e gli ospiti che saranno presenti.

Giovani: Ancora una notte insieme! Prima Notte Giovane

di Thomas Paparella

Dopo l’incontro di Domenica 1 Ottobre per dare il “via” ai nuovi progetti e alle nuove idee i giovani della diocesi sono pronti a ripartire ufficialmente con la “Prima Notte Giovane”.
Un appuntamento che ormai da tradizione anticipa la festa dei Santi, quest’anno coinvolgerà sette luoghi della nostra provincia: Adria , Rovigo, Melara, Lendinara, Fiesso Umbertiano e Lama Polesine. Quest’ultima non si svolgerà venerdì 27 Ottobre bensì mercoledì 1 Novembre nella Chiesa Parrocchiale.
Il titolo di questo primo appuntamento è “Faremo qualcosa da grandi?”, una prima riflessione di avvicinamento sul tema del discernimento che ci sarà nel Sinodo dei giovani indetto da Papa Francesco nel 2018.
Ogni realtà a suo modo costruirà questo importante momento. A Melara ad esempio ci si incontra alle ore 18 presso la base scout e poi a piedi si raggiungerà il Santuario della Madonna della Comuna nei pressi di Ostiglia. Polesella si ritrova nella piccola ma suggestiva Chiesa di Raccano.
A Rovigo invece i giovani si incontreranno come di consueto nel Seminario diocesano in Via Pascoli; Adria invece avrà come luogo di aggregazione la Chiesa parrocchiale della “Carbonara”.
La Vicaria di Stienta si ritroverà presso la Chiesa parrocchiale di Fiesso Umbertiano
A Lendinara confluiranno tutti i giovani della zona, più quelli di Badia Polesine e dintorni, il luogo di appuntamento è la Chiesa dei Frati Cappuccini. Proprio Badia Polesine muoverà alcuni delegati verso la nuova sede di Festa giovani 2018.

Perchè “Start&go” ? Lo abbiamo chiesto a Don Fabio Finotello. Domenica 1° Ottobre

tratto da pag. 11 de “la Settimana” dell’ 1 Ottobre 2017

Locandina pastorale giovanile

di Thomas Paparella

Il 29 Settembre ci sarà ufficialmente l’inizio dell’anno pastorale con l’incontro di tutti gli operatori diocesani al Teatro Don Bosco, e in maniera significativa anche i giovani daranno il “via” della loro nuova stagione Domenica 1 Ottobre. Quest’anno la commissione di Don Fabio Finotello ha deciso di radunare tutti gli animatori ed educatori diocesani per partire con più stimoli.
Abbiamo raggiunto Don Fabio perchè ci potesse rispondere alle domande rigurdanti questa nuova partenza della Pastorale giovanile.
D – Caro Don Fabio, rispetto agli anni passati si è deciso di partire con un incontro generale, per tutta la diocesi, cosa sarà sostanzialmente “Start&go”?
R- Start&Go è, come dice il termine stesso, uno stop tecnico utile a una ripartenza più serena. È anzitutto un’occasione per ragazzi ed educatori delle nostre parrocchie in cui fare anzitutto memoria dei tanti doni ricevuti nel tempo estivo: per questo chiediamo ad ogni parrocchia partecipante di inviarci a giovani@diocesiadriarovigo.it una foto “da grest”, una foto da esperienze in trasferta e una foto di un’esperienza vissuta in parrocchia. In seconda battuta poi Start&Go sarà una opportunità per migliorare le nostre “luci di posizione” che ci aiutino a capire dove siamo e dove possiamo andare nel nuovo anno pastorale, sia attraverso gli incontri invernali delle Notti Giovani, sia nella formazione giovanile primaverile, sia in attesa di Festagiovani2018. Consigliamo di accompagnare i ragazzi dalla II Superiore in poi (evitando insomma i più giovanissimi ancora cresimandi) insieme ai loro educatori, che vivranno un momento specifico. Infine Start&Go facilita le parrocchie a riprendere contatto con i ragazzi e le ragazze del proprio gruppo in vista della partecipazione a questo momento: il pretesto è un buon espediente per “riconvocarsi” e anzi invitiamo i gruppi parrocchiali a usare la successiva serata della domenica stessa per condividere anche la cena fra di loro, per gruppo.
D – Domenica 1 Ottobre sarà presentato anche il programma dell’anno, vuoi dirci qualcosa in anteprima ?
R-Cercheremo di dare senso soprattutto al percorso di coinvolgimento dei giovani nel Sinodo dei Vescovi che la Chiesa sta loro dedicando: la partecipazione a una esperienza giovanile cristiana e parrocchiale rappresenta infatti sempre più oggi una chiamata a un movimento giovanile “internazionale”, per esprimerci in termini “laici”; è cioè, in termini più nostri, è esperienza veramente “cattolica” cioè universale. Tale orizzonte allargato è ciò che vorremmo vivere anche nella nostra terra nelle modalità che andremo a spiegare. In fondo il Polesine è terra ricca di legami con tutto il mondo per la sua storia – anche dolorosa – di emigrazione di ieri e di oggi. Tale orizzonte allargato è anche ciò di cui abbiamo bisogno.
D- Sappiamo che la Commissione della Pastorale Giovanile si è allargata, qual è la sua opinione riguardo la nostra realtà?
R-La Commissione di Pastorale Giovanile ha già ribadito ormai più volte che sopravvivono e fruttificano soltanto le realtà giovanili che si sono sapute aprire a orizzonti territoriali vasti, che si sono relazionate con altre parrocchie e con la stessa Diocesi, quelle realtà giovanili -bisogna anche dire – che non abbiamo affossato in sterili miopie pastorali eredi dei campanilismi d’altri tempi.
D – Il 2018 è l’anno del Sinodo dei giovani, se vuoi spiegare di cosa si tratta e come lavorerà la Commissione.
R-Il Sinodo chiama a mettere potentemente in rapporto i giovani delle nostre Comunità perché vale anche per le iniziative pastorali la dura legge evangelica secondo cui “chi vorrà salvare la propria vita (da solo) la perderà”. Ormai solo le realtà giovanili connesse si salvano: potremmo dire che per fare pastorale giovanile dobbiamo assumere ancor più profondamente il nostro essere “cattolici”, cristiani nel mondo ma non del mondo, amanti dell’umanità intera, cittadini umili e rispettosi nella grande Casa del Creato. Il Sinodo è un grande stimolo in questo senso.

 

“Start & Go” il 1° ottobre Tanti progetti ed iniziative per la nuova commissione

tratto da pag. 11 de “la Settimana” del 17 Settembre

Come annunciato nello scorso numero de “la Settimana” la commissione della Pastorale giovanile diocesana ha cominciato il suo lavoro per l’annata 2017/18.
Tante le tematiche da affrontare e le iniziative da programmare per coinvolgere i giovani, in testa il Sinodo nazionale e la Festa giovani 2018.
Tra le cose nuove ci sono i membri laici che hanno rafforzato la commissione: Chiara Rossi e Celeste Gonano per la Parrocchia di Grignano, Federico Oliva per San Bortolo e Gabriele Marinello per Lusia. Un rafforzamento che aiuterà tutti a condividere più idee e a tenere vivo lo spirito giovanile che deve contraddistinguere questa pastorale.
Il primo impegno che vedrà i giovani “scendere in campo” è la giornata “Start & go”, programmata per domenica 1 Ottobre presso il Seminario diocesano, a partire dalle ore 17.
A questo evento sono invitati tutti i giovani della diocesi che vogliono portare avanti qualcosa oltre gli impegni scolastici, sportivi e di tempo libero.
Questo incontro prevede dei momenti per condividere ciò che i diversi gruppi hanno vissuto durante l’estate e quello che vorrebbero proporre per il futuro.
Ad ogni gruppo è chiesto di inviare tre foto: una foto GREST (servizio con bambini/ragazzi più piccoli) una foto IN ESTERNA (campi, uscite…) una foto di ATTIVITA’/ESPERIENZE ESTIVE IN PARROCCHIA (sagre, momenti di gruppo, gelati in compagnia, veglie di preghiera…). Raccomandiamo foto belle, anche divertenti, espressive, simboliche. Si devono inviare alla mail dell’Ufficio per la pastorale giovanile giovani@diocesiadriarovigo.it