Archivi categoria: PASTORALE GIOVANILE

“La notte delle ceneri”. 4a notte giovane …e tante generazioni insieme!

7 vicarie e 7 posti diversi hanno contraddistinto “La notte delle ceneri”, la 4a notte giovane che ha riunito tanti giovani e non solo. Moltissime le persone accorse nei diversi luoghi: Adria (Cattedrale), Rovigo (Chiesa di San Bortolo), Gurzone , Polesella, Badia Polesine, Lendinara (Duomo di Santa Sofia) e Castelnovo Bariano; molte persone e tante generazioni, un bel modo per sentirsi tutti uniti nella Fede.

whatsapp-image-2017-03-01-at-22-20-11
Chiesa Parrocchiale di Gurzone (Vicaria di Stienta)

L’inizio della Quaresima è sempre un momento particolare, non sappiamo mai realmente a cosa si dovrebbe fare a meno, o forse ci leghiamo troppo al tema del cibo, digiuno visto solo a livello alimentare. Come invece è stato spiegato ai ragazzi durante la serata il digiuno non è togliere ma  dare qualcosa in più. Eliminare quel superfluo, quelle dipendenze che non ci permettono di incontrare l’ “altro”.

17105880_10212215891381369_528607263_o
Duomo di Santa Sofia a Lendinara (Vicaria di Lendinara)

L’ “altro” è l’amico, il nostro vicino di casa, la mamma , il papà o più semplicemente chi incontro per la strada  ed è in difficoltà, chi molto spesso non calcolo per antipatia. Insomma la Quaresima non è cercare di eliminare, ma è donarsi maggiormente trascurando le nostre continue dipendenze, arrivando a comprendere quel mistero grande che è la Pasqua.

whatsapp-image-2017-03-01-at-23-59-15
Rovigo Chiesa di San Bortolo (Vicaria di Rovigo)

 

La Quaresima su Telegram. Dall’1 Marzo ricevi riflessioni tramite il Canale della Pastorale Giovanile

C’è una importantissima novitá per tutti i giovani della nostra diocesi: quest’anno un breve messaggio ogni giorno potrà accompagnarli durante il cammino di Quaresima. Basta installare Telegram (se non è ancora installato sul tuo cellulare):
https://telegram.org/dl e unirti al canale: @adriarovigo5pani2pesci.

Un modo per rimanere sempre costanti e alla ricerca nel periodo più importante per un Cristiano.

Carnevale con il GROOVICH. Sabato 18 Febbraio

tratto da pag. 7 de “la Settimana” del 19 Febbraio 2017

Sabato 18 febbraio siete tutti invitati a una meravigliosa festa in maschera per condividere un pomeriggio in allegria assieme alle tante persone conosciute durante l’anno GrooViCh e a molte altre ancora da incontrare! Ci troveremo alle 17:30-45 presso il Teatro parrocchiale della Chiesa Madonna Pellegrina Commenda a Rovigo (davanti Stazione corriere). Assolutamente obbligatorio venire in maschera, pena digiuno e astinenza da crostoli frittelle ecc ecc 😉
Chi vuole può portare qualcosa da mangiare per il buffet (bibite, torte, sfurizzi…) e tanta voglia di divertirsi! Vi aspettiamo numerosi, con tante sorpese! Perchè è carnevale, ogni scherzo vale ! 🙂

“La notte del dono”. Venerdì 27 Gennaio la 3a Notte giovane. Badia si ritrova il Venerdì successivo

Venerdì 27 Gennaio alle ore 21 il Responsabile della Pastorale giovanile diocesana Don Fabio Finotello invita i ragazzi ad unirsi a “La notte del dono”.  Si tratta della 3a notte giovane , questa volta all’insegna delle testimonianze, un dono condiviso per tutti.

Non è solo un momento di Preghiera ma è un modo per condividere e unirsi ad altri giovani, per potersi raccontare.

I PUNTI DIOCESANI PER “LA NOTTE DEL DONO” SONO:

-Ariano Polesine – presso la Chiesa Parrocchiale

-Rovigo – presso il Seminario diocesano

-Arquà Polesine – presso la Chiesa Parrocchiale

-Lendinara – Chiesa dei frati cappuccini

-Castelmassa – Chiesetta invernale della Parrocchia

-Gurzone – Chiesa Parrocchiale

A BADIA POLESINE L’EVENTO SARA’ IL VENERDI SUCCESSIVO 3 FEBBRAIO.

 

 

 

Prosegue “Messa…Gi”. Questa sera in seminario alle ore 21.

La Pastorale giovanile invita i giovani a partecipare alla prima “Messa Gi” dell’anno, dopo le due che si sono svolte sul finire del 2016. Questo momento è stato ideato perchè i giovani universitari residenti in città, i partecipanti alle settimane in “casa gp2” , i seminaristi e tutti quelli che ne vogliono far parte possano condividere non solo l’incontro con Lui nella celebrazione Eucaristica, ma anche un po’ di convivialità prima e dopo la Messa. Ogni secondo mercoledì del mese.

Questa sera ore 21 presso la Cappella del Seminario diocesano in Via Pascoli,51.

VI ASPETTIAMO

LA MESSA “Gi”. Da Mercoledì 9 Novembre in Seminario diocesano.

seminario-cortile

tratto da pag. 20 de “La Settimana” del 6 Novembre 2016. In collaborazione con http://www.5pani2pesci.it

Da mercoledì 9 novembre il Seminario diocesano “San Pio X” ospita la celebrazione della Messa “Gi”.   La Messa “Gi” è dedicata a tutti i giovani del vicariato di Rovigo, dei ragazzi partecipanti alle settimane di convivenza presso la CasaGP2, della Comunità del Seminario e anche a tutti gli studenti universitari che si trovano a Rovigo e vorrebbero ritrovarsi in comunità di Preghiera. Il nuovo Rettore del Seminario don Paolo Cestarollo apre le porte della Chiesa del Seminario per questo appuntamento di preghiera e invita i ragazzi a partecipare per un momento di spiritualità insieme.

Le date che riguardano la celebrazione delle messe sono: 9 Novembre 2016,  il 14 dicembre 2016, l’11 Gennaio 2017, l’8 Febbraio, l’8 Marzo, il 12 Aprile, il 10 Maggio, il 14 Giugno.

Badia Polesine è la Città dei Giovani 2017. Il 22-23 Aprile ospiterà la “Festa giovani” diocesana.

dsc_0016
Da sinistra: Don Fabio Finotello responsabile della Pastorale Giovanile, Gastone Fantato Sindaco di Badia Polesine, Idana Casarotto Assessore alla Cultura e Don Nicola Brancalion responsabile giovanile della vicaria di Badia.

 

È BADIA POLESINE la Città dei Giovani 2017, che ospiterà nell’Aprile del prossimo anno l’evento giovanile della Diocesi di Adria-Rovigo. Lo comunica la Diocesi stessa contemporaneamente in sette città polesane nel corso della Notte Giovane di venerdì 28 Ottobre, vissuta all’imminente della Festa di Ognissanti. Una delegazione adriese ha anche fatto ponte nel corso della notte dalla città del Delta, che accolse l’edizione 2016, alla Città della Vangadizza nell’alto Polesine, accolta nella Chiesa Arcipretale dai giovani della Città, con la presenza del Sindaco Gastone Fantato. Donata alla Città di Badia la Croce dei Giovani. La scelta della Città altopolesana è stata valutata praticamente dopo la conclusione dell’edizione adriese sulla base di tre candidature: il cerchio si è poi stretto nello scorso Ottobre e l’elezione è avvenuta poi per mano della Commissione Diocesana per la Pastorale giovanile; l’accordo è stato in seguito siglato nella comunità di San Teobaldo dal delegato diocesano del Vescovo don Fabio Finotello, dall’incaricato locale per i giovani don Nicola Brancalion, dal Sindaco di Badia Fantato e dall’Assessore alla Cultura e alla programmazione eventi Idana Casarotto. Così Badia Polesine è la quarta città ad accogliere l’evento, che ha finora interessato piazza Vittorio Emanuele a Rovigo con il concerto dei The Sun, riempiendo poi il Palazzetto dello Sport di Lendinara con Niccolò Agliardi e il Teatro Comunale di Adria con Simona Atzori. Ancora massimo il riserbo sull’ospite 2017: finora ovunque il tutto esaurito, precedente sempre difficile da eguagliare. Ma oltre all’artista principale l’evento comporta due giorni di presenza giovanile in città fra itinerari di Spiritualità e cultura del territorio. Se Adria si era presentata con i segni del Mare, dell’ambra del suo antico porto e del pane polesano cui diede i natali, non mancano a Badia scenari suggestivi a partire dall’antico complesso abbaziale monastico della Vangadizza, i cui territori (con le loro dodici parrocchie: Badia, Baruchella, Salvaterra, Crocetta, Villafora, Rasa, Barbuglio, Saguedo, Cavazzana, San Martino di Venezze, Fratta e addirittura Borsea alle porte di Rovigo) anticamente autonomi furono inglobati nell’attuale Diocesi solo il 7 settembre 1792. L’evento giovanile promette quindi di approfondire con una nuova tappa l’identità del Polesine: FestagiovaniBadia2017 sarà il 22 e 23 Aprile.

Venerdi all’insegna della “Notte giovane”. Don Fabio Finotello invita i ragazzi alla prima serata d’incontro dell’anno.

La Pastorale giovanile di Adria-Rovigo inizia il suo cammino Venerdì 28 Ottobre alle ore 21 con il primo momento della cosiddetta “Notte giovane”. Da qualche anno infatti i ragazzi si ritrovano una volta al mese nei diversi luoghi delle vicarie diocesane per un momento di incontro e di spiritualità.
Questa prima serata di incontro sarà dedicata ai Santi, un modo per rilanciare una proposta di fede ai giovani a pochi giorni dalla festa di Ognissanti. Il tema che verrà proposto in questa prima serata sarà “Fratelli di Sangue” e darà modo ai ragazzi di conoscere Santi  che potrebbero sembrare distanti dalla vita quotidiana e invece si ritrovano ad essere fianco a fianco nelle caratteristiche dei giovani d’oggi.
Quest’anno si parte in continuità con il percorso cominciato nella Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia,  un’esperienza che ha dato ai ragazzi nuovi stimoli e nuove motivazioni. Soprattutto ha dato loro nuove idee che stanno cominciando a nascere nell’area diocesana.
Il responsabile della Pastorale giovanile Don Fabio Finotello invita i giovani a convergere verso i sette luoghi diocesani in cui si svolgerà la “Notte dei Santi” : Rovigo presso il Seminario diocesano, Adria presso la Cattedrale,  Villadose presso la chiesa parrocchiale, Lendinara presso il convento dei frati cappuccini , Badia Polesine presso la chiesa parrocchiale , Santa Maria Maddalena e Castelmassa sempre presso le rispettive chiese parrocchiali.
Durante la serata ci sarà inoltre l’annuncio della Città dei Giovani 2017, la città che nel prossimo anno ospiterà Festagiovani, l’evento giovanile annuale e itinerante nel Polesine.

Una delegazione vicariale di Adria, ultima città ospitante, capitanata da Don Luca Borgna responsabile dei giovani del vicariato di Adria, e dal sindaco Massimo Barbujani, si muoverà verso la futura città che ospiterà l’evento giovanile. Qui in maniera simbolica doneranno la Croce. Festagiovani2017 sarà il 22 e 23 Aprile del nuovo anno.

Vicaria di Rovigo Nasce il “Groovich”. Formazione e condivisione in pieno centro.

Tratto da pag. 20 de “la Settimana” del 23 Ottobre 2016

Le giornate mondiali della gioventù sono sempre fonte di ispirazione per i giovani, e anche quella di quest’anno a Cracovia ha avuto i suoi frutti. Spinti dall’entusiasmo e dalle emozioni polacche alcuni giovani rodigini hanno deciso di inaugurare il progetto “Groovich”, un modo originale per dire “Gruppo giovani vicariale”. Don Michele Samiolo e Don Enrico Schibuola seguiranno i ragazzi in questo percorso assieme ad un’equipe  che ha ideato questo cammino. Venerdì 14 Ottobre presso la canonica del Duomo c’è stato il primo incontro di presentazione.  Groovich non vuole sostituirsi a quello che già si fa nelle diverse parrocchie a livello giovanile, ma vuole essere un incentivo e un aiuto per le varie animazioni della vicaria, un modo per collaborare , formarsi e camminare in una ricerca spirituale. In questo periodo particolare e piuttosto “buio” il dialogo e la collaborazione diventano indispensabili, ed è quello che Groovich si propone di fare.Gli incontri avranno una cadenza mensile  e avverranno in maniera itinerante in diverse parrocchie della vicaria cittadina,  sono invitati tutti i ragazzi e tutte le ragazze dai 15 ai 20 anni.
Questi saranno divisi in due gruppi con differenti proposte e possibilità di weekend comunitari. Inoltre in concomitanza con la “Notte giovane” del venerdì i ragazzi si ritroveranno 30-40 minuti prima per un piccolo momento di introduzione.
Per ora il progetto si estende ai giovani della vicaria rodigina: le parrocchie del centro (Duomo, San Francesco, San Pio X, San Bortolo, Santa Rita e unità pastorale della Commenda), le parrocchie di Boara Polesine, Granzette, Concadirame, Roverdicrè, Grignano, Sarzano, Mardimago, Borsea, Buso, Sant’Apollinare e Fenil del Turco.

Thomas Paparella