Archivi categoria: RACCONTA IL TUO GREST

Badia Polesine fa ancora successo!

Ogni anno l’Unità Pastorale di Badia Polesine propone ai bambini e ragazzi delle cinque parrocchie “Estate Giovane”, l’animazione estiva dai 6 ai 14 anni che, nonostante il passare del tempo e il moltiplicarsi delle iniziative estive nella città di Badia, riesce a mantenere un carattere familiare, pur aprendosi ad attività sempre nuove. In particolare quest’anno a spiccare su tutto è stata l’aggiunta di due settimane alle classiche quattro, offrendo così un servizio alle famiglie fino ad oltre la metà del mese di luglio.
Il tema che gli animatori, coordinati da don Nicola Brancalion, hanno sviluppato è stata la differenza tra il mondo reale e quello virtuale, grazie alle idee e alle scenette che il sussidio Jump, edito dal NOI, proponeva di giorno in giorno. Tante sono state anche le occasioni di divertimento, con le quali i settantacinque bambini e ragazzi iscritti hanno passato le giornate tra giochi, laboratori ed uscite: tra questi il laboratorio sulla produzione del gelato presso la gelateria Le Magie del Gelato; una giornata tra i percorsi negli alberi al Live Park; la gita a Castelbeach e le uscite settimanali presso la piscina cittadina; lo sviluppo di abilità manuali grazie ai ragazzi del clan del Badia 1; laboratori di danza, recitazione e tanto altro.
Sabato 21 luglio alla sera, nonostante il tempo inclemente del pomeriggio, numerose famiglie, ex animatori, amici e curiosi, si sono raccolti al Centro Giovanile per assistere allo spettacolo finale nel quale i bambini – che nelle sei settimane si sono preparati con tanta cura – si sono esibiti nel musical Mamma mia! Anche quest’anno Estate Giovane è stata un successo: il divertimento e i giochi sono stati associati a momenti di crescita personale e spirituale, sempre necessari anche oggi. Ma il successo più grande è stato quello che noi animatori abbiamo colto quando alcuni ragazzi, al termine della festa conclusiva, ci hanno abbracciati piangendo perché era arrivata la fine.
Un’animatrice

Simpatici e testimoni… a San Vigilio

In questo modo alcuni genitori della Comunità di San Vigilio hanno tradotto il Grest 2018 vissuto in questa estate dai loro figli. E’ il più divertente dei tanti messaggi fatti arrivare agli animatori che si sono messi “allOPERA”, come recitava il titolo del Grest. Un’esperienza che si è protratta per cinque settimane e che ha coinvolto circa 150 famiglie in un turbinio di attività senza sosta. Un Grest che non si è richiuso in pochi spazi angusti ma che ha trasformato gli spazi parrocchiali come una vera e propria rampa di lancio per vivere appieno la Città di Adria in tante e diverse esperienze di visita, di condivisione, di conoscenza. Un Grest a cavallo fra due parrocchie, con le uscite a Valliera, che ha trasformato gli spazi attorno alla Chiesa della Madonna dell’Autista in un vero e proprio campus all’aperto. Un grest da brividi a Mirabilandia prima e sul Brenta poi, con il rafting del cosiddetto “Extragrest”, i ragazzi più grandi. Un Grest ricco di momenti teatrali, l’avvincente serata thriller e le rappresentazioni scenografiche della commissione Grandi Scene. Un grest che è salito sul palcoscenico alla ventitreesima edizione de La Raganella prima e nel primo Venerdì d’estate poi. Un Grest che ha ascoltato ogni settimana un testimone diverso di come si può trasformare il creato con le mani e l’intelligenza, e che ha imparato ad osservare la magia del legno, a percorrere le più lontane vie della stoffa, a penetrare nelle profondità della terra, a costruire una casa insieme, quella casa che ha occupato per tre settimane la Cappella del Crocifisso nella Chiesa di San Vigilio e su cui tanti parrocchiani, specialmente di domenica, hanno posto la propria firma. Un Grest che ha saputo ascoltare il mistero della Fede cristiana con un’attenzione invidiabile, paragonabile a una vera e propria esperienza catechistica: la visita alla Cripta della Cattedrale di Adria, con lo sguardo dei ragazzi che si appoggiava sulle più antiche rappresentazioni degli Apostoli della Città e del Polesine, è stato uno dei momenti più affascinanti e intensi.
La gratitudine delle famiglie ha raggiunto in tanti modi Alessandro Raminella, Alessandro Roana, Alessia Kovacevic, Alessio Paio, Alice Boschet, Alice Mosca, Anna Catozzo, Anna Marzolla, Davide Boccato, Federico Zanirato, Filippo Crivellaro, Filippo Boccato, Francesca Stocco, Francesco Morato, Giada Beltrame, Guido Marcato, Irene Silvestrin, Jacopo Bonafé, Jurgen Kerri, Leonardo Osti, Linda Crepaldi, Lorenzo Sega, Luca Nonnato, Marco Scalabrin, Martina Zangirolami, Matteo Finotti, Matteo Toniolo, Mirko Boschet, Nicola Colucci, Paolo Marcato, Pierpaolo Paio, Roberta Rossi, Ruben Bertocco, Sebastiano Aguiaro, Simone Veronese, Sofia Cavazzin, Tommaso Bruno Destro, Valentina Pregnolato, Valeria Corrado: sono gli animatori, inseriti con altri ragazzi ancora nel Percorso Giovani San Vigilio. Sono di età diverse e di diversi livelli formativi, ma tutti membri dell’esperienza educativa che dura tutto l’anno seguita da un’apposita staff di educatori: Elia Braggion, Francesca Rossi, Tiziana Sacchetto, Debora Romagnolo, Suor Gisella Guidolin insieme al parroco Don Fabio Finotello, che in un videomessaggio conclusivo ha fatto proprio l’hashtag usato dagli animatori #sanvigiliocasamia per dare l’arrivederci a nuove avventure di famiglia, rivendicando convintamente alle comunità parrocchiali e agli oratori la matrice più genuina del Grest estivo.

Un’ intensa estate a Fiesso Umbertiano

tratto da pag. 8 de “la Settimana” del 27 Agosto 2017

Anche quest’anno la Scuola dell’infanzia “M. Immacolata” ha dato il via all’animazione estiva per i bambini della scuola primaria.
L’attività si è svolta presso l’oratorio parrocchiale con l’obiettivo principale di ridare valore al tempo dei nostri bambini: appassionarsi, arrabbiarsi, gioire senza l’ansia di fare a tutti i costi per primeggiare, per essere competitivi, per raggiungere degli obiettivi nel modo prestabilito!
Oggi più che mai i bambini devono poter trovare ascolto, disponibilità e tempo per esprimersi, ma anche tempo per crescere giocando e divertendosi. Ecco che attraverso una sapiente regia, un gruppo di giovani animatori, ha saputo predisporre attività, ambienti, materiali al fine di consentire a ciascun bambino di intraprendere un breve viaggio alla scoperta di sé stesso e dei valori che lo circondano.
Il tema che ha accompagnato i bambini durante i due mesi di animazione è stato l’Arcobaleno, una magia a cui ogni colore si affianca un valore diverso: Verde – segno di vita e speranza; Blu – pace e serenità; Giallo – allegria e sorriso; Arancione – il colore della salute e della forza; Rosso – passione e amore; Viola – autorità e sapienza; Azzurro – colore del silenzio del pensiero e della riflessione; che i bambini con la guida dei loro intrattenitori hanno imparato a condividere.
Dopo un‘attenta riflessione i giovani animatori hanno infatti deciso che era necessario far gustare ai bambini il piacere di fare, godendo di ciò che si fa, con la voglia di lavorare insieme, attraverso la collaborazione e la condivisione.
E’ bello così entusiasmarsi tutti insieme per il risultato finale, qualunque esso sia, arrivandoci senza ansia, ma ciascuno con i propri tempi, i propri ritmi e le proprie capacità. Ciascun bambino ha avuto modo di scoprire le proprie risorse e vedere valorizzate le proprie competenze imparando ad accettare anche i propri limiti.
Un’idea di animazione completamente diversa, attenta alle esigenze dei bambini, orientata a non riempire il loro tempo con una moltitudine di attività, come spesso accade oggi, ma capace di ridare un senso al tempo dei più piccoli senza togliere loro il divertimento.
L’animazione si è conclusa con la Festa di saluto alle famiglie di tutti i partecipanti il 28 luglio dove i bambini insieme agli animatori si sono congedati augurando Buone Vacanze.

L’ estate di Borsea !

tratto da pag. 8 de “la Settimana” del 6 Agosto 2017

Borsea1 grest

Il 3 luglio scorso è iniziato anche per la Parrocchia di San Zenone Vescovo l’attesissimo GrEst di BORSEA ESTATE 2017 che continuerà per tutto il mese di luglio e si concluderà sabato 29 con la festa finale dei bambini e ragazzi, i quali si esibiranno e mostreranno a genitori, parenti ed amici la felicità con cui stanno vivendo e condividendo questo mese ricco di emozioni. Come ogni anno, una quarantina di ragazzi tra i 15 e i 22 anni si sono messi a servizio della comunità per essere fratelli e sorelle maggiori dei circa 90 bambini che sono stati loro affidati.
Si nota subito l’impegno e l’entusiasmo dei ragazzi appena cresimati e la cosante presenza dei fedelissimi che, come ogni anno, alcuni anche nonostante gli esami di maturità ed universitari, rinnovano il loro voler “mettere l’anima” in tutti i giochi e le attività che vengono proposte.
La giornata, per gli animatori di Borsea, inizia già alle 7.30 del mattino. I primi bambini arrivano e, ancora mezzi addormentati, si siedono a giocare a carte e chiacchierare. Verso le 8.15 si iniziano a vedere i primi palloni volare e rotolare e si sentono, insieme alla musica, le prime grida: la giornata è ufficialmente iniziata!
Alle 9.00 animati ed animatori si riuniscono sotto il campanile per fare l’appello, consegnare gli avvisi del giorno e, insieme al parroco Don Silvio Baccaro, si affida il nuovo dì a Gesù con la preghiera del “Padre Nostro”.
La giornata poi prosegue con le attività e si conclude solo alle ore 19, con la possibilità di fermarsi per il pranzo alla scuola materna San Giovanni Bosco, dove è presente l’attività di animazione anche per i bambini di età inferiore ai 6 anni . Tante cose ci sono da fare: laboratori creativi e di cucina, i giochi, gli sport (canoa, arrampicata, equitazione, rugby, calcio, pallavolo, baseball), le gite settimanali in piscina, i giochi sull’acqua, i balli, le biciclettate per i ragazzi più grandi e gli immancabili grandi giochi (caccie al tesoro) del venerdì che fanno collaborare tutti. Gli animatori più grandi coordinano la preparazione e la buona riuscita dell’animazione, ma non potrebbero fare tutto ciò senza l’aiuto di tutti gli altri animatori ed aiuto-animatori… e senza la guida e la costante presenza del Don, che dimostra la sua attenzione verso i bambini ed i ragazzi che offrono con gratuità il loro tempo e le loro energie viziando tutti con dolci, frutta fresca e ghiaccioli.
Oltre alla preghiera mattutina e quella al termine delle attività durante il cerchio finale, ogni venerdì pomeriggio, non manca di certo anche il momento dedicato alla riflessione e all’incontro più intimo e personale con Gesù, che giunge in mezzo a noi e si incarna nel volto delle persone che ci portano la loro testimonianza ed esperienza di vita. Il messaggio che di volta in volta si vuole trasmettere è dedicato a TUTTI, affinché chi lo ascolta, in base alla propria età, possa imparare a seminare gioia e a diventare buona notizia per rinnovare il mondo.

Borsea Grest 2

 

A Concadirame con “Oceania”

16 bambini, sembrano pochi, sembrano nulla ed invece è un buon numero di partenza per un Grest come quello di Concadirame.
Tutti pronti e disponibili al momento della foto, con un balzo rispondono positivamente alle richieste delle animatrici.
Con loro Don Ionut che da poco è parte integrante dell’Unità Pastorale di Granzette, Boara Polesine e dunque Concadirame seguita da Don Giuliano Gulmini.
Un grest che parte alle 15 del pomeriggio e finisce alle 19 dal Lunedì al Venerdì, il tutto condito da un tema bello e coinvolgente tratto dal film Disney “Oceania”.
I laboratori sono basati proprio sul cartone di animazione che ha un messaggio importante “l’Oceano ha scelte te!” , un modo per dire ai ragazzi che il “Grest” ha scelto ognuno di loro per portargli un messaggio positivo.
Sonia una delle coordinatrici sottolinea come questo tema sia importante anche dal punto di vista spirituale, sentirsi protagonisti nella vita, in tutti i sensi, sapersi mettere in gioco ed essere attivi nel proprio cammino per poter fare delle scelte in prima persona.
I ragazzi hanno già vissuto diverse escursioni durante l’animazione, tra le quali spicca la visita allo Zoo di Valcorba in provincia di Padova, qui gli animati si sono divertiti tantissimo. Poi una caccia al tesoro che ha percorso tutte le vie del paese, è ormai tradizione che questo evento di Luglio animi Concadirame.
Molte attività ricreative con laboratori manuali , di disegno… Una di queste però è veramente interessante, imparare la lingua Spagnola, la lingua madre di Papa Francesco. Un laboratorio che si fa con i ragazzini più grandi e che li coinvolge molto.
«Abbiamo scelto la lingua spagnola perchè è una lingua fresca, facile da imparare e giovane» ci racconta Sonia «Lo abbiamo fatto attraverso dei telefilm conosciuti dai ragazzi, così si sentono stimolati da poterla apprendere e si divertono».
I ragazzi di Concadirame hanno chiuso il loro Grest Venerdì 28 Luglio con una pizzata in compagnia dei genitori e si sono dati appuntamento al prossimo anno.

Inside Out Granzette

tratto da pag. 10 de “la Settimana” del 23 Luglio 2017

Dopo il Grest di Boara Polesine siamo andati a Granzette nella parrocchia centrale , dal punto di vista geografico, dell’Unità Pastorale. Settimana prossima andremo a Concadirame per chiudere la trafila.
Ad accoglierci Alessandro e Mattia, due responsabili del Grest. Il temporale degli ultimi giorni ha negato ai bambini i giochi con l’acqua, ma la gioia non manca.
Circa una trentina WhatsApp Image 2017-07-12 at 10.48.42gli animati che hanno preso parte all’animazione che ha come tema il film “Inside Out”, un viaggio nelle emozioni. I giorni dedicati alla riflessione su questa pellicola di animazione sono il Martedì e il Giovedì , viene mostrato un pezzo e al termine Don Giuliano fa un pensiero legato al Vangelo per dare il via alla giornata.
Le attività e i laboratori non mancano, legata al tema la strutturazione di una “faccia delle emozioni” dove si possono cambiare le espressioni in base a ciò che si prova, un modo per far rimanere i ragazzi sempre in contatto con quello che sentono dentro.
Non solo anche la costruzione di un mini-calcio balilla personale partendo da una semplice scatola da scarpe.
Tra i laboratori spicca quello di cucina dove gli animati si cimentano nella composizione di semplici piatti dolci o salate.
Non finisce qui , molte anche le uscite organizzate dagli animatori, due in piscina , una al maneggio e la giornata dell’ultimo giovedì di animazione al parco acquatico di “Castelbeach” insieme agli altri due Grest dell’Unità Pastorale.
Anche Granzette si dice soddisfatta del primo anno passato assieme con le altre due parrocchie, grazie alla costanza di Don Giuliano ma soprattutto della “new entry” Don Ionut. «La loro presenza è preziosa perchè ci aiuta a non sentirci soli, e soprattutto sostenuti anche nelle nostre idee» questo il pensiero di Alessandro prima di salutarci e di ricordarci che l’appuntamento è per il 20 Luglio in Piazza Vittorio Emanuele II con tutti gli altri Grest cittadini e la festa finale dell’animazione di Granzette il 28 Luglio.

WhatsApp Image 2017-07-12 at 10.53.41

Boara Polesine “Filma l’estate con Noi”

tratto da pag. 10 de “la Settimana” del 16 Luglio 2017

Una cinquantina di ragazzi tra animatori e animati che formano una giusta sinergia per poter vivere un’ estate allegra insieme, questo è il Grest di Boara Polesine; Simone e Giulia due dei coordinatori assieme a Valentina lo hanno raccontato al giornale.
Il tema è qualcosa di diverso e stimolante: “Filma l’estate con noi” , ogni animatore ha preso un film della Disney estrapolandone un pezzo significativo che faccia riflettere i ragazzi all’accoglienza. Viene proiettata una parte del film scelto e al termine, con l’aiuto del Parroco Don Giuliano Gulmini, si medita su quello che il film vuole indicare nella vita di tutti i giorni.
Don Giuliano è molto presente, soprattutto nei momenti di riflessione ed è un punto di riferimento per animatori e animati. Questo non accade solo a Boara ma anche nelle altre due parrocchie: Granzette e Concadirame.
Ci sono due attività laboratoriali, una in particolare è molto interessante e degna di nota: dipingere la parete di una delle aule del catechismo, un’attività che attrae molto tutti i ragazzi che si possono sbizzarrire con la fantasia. Le medie e la quinta elementare sono i responsabili dell’attività, è stata addirittura riprodotta la Chiesa Parrocchiale oltre a fiori e altri disegni artistici. Le ragazzine sono le più affascinate da questa attività e sono sempre in prima fila a riprodIMG_20170710_172442urre sulla parete i disegni.
I più piccoli invece si dedicano ad un altro laboratorio altrettanto interessante, la produzione di cornici elaborate con stecchini di legno e colorate per abbelirle. Queste attività vengono svolte appena dopo l’accoglienza e appena prima della merenda per ricoprire gli orari più caldi del pomeriggio.
Dopo la merenda tutti pronti per giocare nel magnifico campo vicino al teatro parrocchiale che ospita il Grest. Tanti giochi e divertimento a squadre prima del termine dell’impegnativa ma esaltante giornata.
Come già detto in precedenza, da quest’anno Boara Polesine fa parte dell’Unità Pastorale con Granzette e Concadirame, dopo un inizio lento per via del doversi abituare ad una condivisione con altre parrocchie, oggi gli stessi animatori sono soddisfatti del lavoro svolto durante questo primo anno che ha portato a nuove relazione.
«Durante l’anno abbiamo avuto modo di lavorare con i ragazzi delle altre due parrocchie, e grazie alla mediazione di Don Giuliano è nata una bella collaborazione», queste le parole di Simone a cui fanno eco quelle di Giulia : «Nonostante si facciano i grest separati qualche giorno fa mi sono confrontata con alcuni coordinatori delle altre parrocchie per avere dei consigli, è una cosa molto bella».
Oltre alla formazione degli adolescenti e degli animatori proposta durante l’anno, i ragazzi delle tre parrocchie vivranno assieme anche il Camposcuola di fine Agosto.
Per quanto riguarda il Grest rodigino ricordiamo che il 20 Luglio ci sarà la tradizionale festa in piazza con tutte le animazioni parroccIMG_20170710_172452hiali della città.

La 24a edizione del “Campo solare Enrico”

tratto da pag. 10 de “la Settimana” del 9 Luglio 2017

Come ogni anno, uno degli appuntamenti che caratterizza la nostra estate e quella della nostra Parrocchia è sicuramente la settimana del “Campo Solare Enrico”, giunto ormai alla 24a edizione. Nel corso degli anni il campo ha sempre saputo rinnovarsi senza mai perdere quello che in tutti questi anni ha saputo trasmettere e regalare: la voglia dello stare insieme e di trascorrere una settimana all’insegna del divertimento, dell’allegria, della riflessione e della preghiera.
In tanti anni i volti dei protagonisti sono cambiati e i bambini di allora sono cresciuti diventando a loro volta animatori con un unico obiettivo: offrire ai partecipanti un’occasione di crescita personale e un luogo in cui incontrare i propri amici per giocare e divertirsi.
Il campo, che quest’anno si terrà dal 21 al 26 agosto, prevede una settimana all’insegna di preghiere, canti, scenette, giochi, laboratori e tanto divertimento grazie ad una squadra di animatori sempre più affiatata ed unita e grazie anche all’aiuto di alcuni volontari del Paese.
Il sabato, giornata conclusiva del grest, viene celebrata la Santa Messa in memoria del piccolo Enrico a cui è dedicato il nostro campo. Al termine un ricco buffet per tutti i presenti. La serata poi proseguirà con il grande spettacolo finale dove bambini, ragazzi e animatori si esibiranno sul palco del Teatro Parrocchiale festeggiando e divertendo il pubblico.
Inoltre, non mancherà nemmeno quest’anno la quinta edizione del Campo Solidale, ormai una tradizione in cui, durante tutta la settimana, si raccoglieranno fondi da devolvere in beneficienza (lo scorso anno tutto il ricavato è stato devoluto ai paesi terremotati del centro Italia).
Un pensiero e un ringraziamento particolare va sin d’ora al nostro parroco Don Mario Turati per essere una guida costante e presente per ognuno di noi e per supportarci nella realizzazione di questi appuntamenti. Ricordiamo infine per chi volesse partecipare che il “CAMPO SOLARE ENRICO 2017” si svolgerà presso i locali della Parrocchia di Santa Sofia di Canaro ed è aperto a tutti i bambini e ragazzi con un’età compresa tra i 5 e i 14 anni; le modalità di iscrizione sono 2: attraverso la compilazione della cedola presente nel depliant oppure online collegandovi al sito internet http://www.ggpcanaro.altervista.org . Le iscrizioni dovranno pervenire entro domenica 6 agosto 2017.
Gli Animatori