Il Capitolo della Cattedrale si rinnova. Immissione di due nuovi canonici mons. Antonio Donà e mons. Antonio Boccardo

tratto da pag. 10 de “la Settimana” del 15 Gennaio 2017

dscn7620
Da sinistra mons. Claudio Gatti (Vicario diocesano), mons. Lucio Soravito De Franceschi (Vescovo emerito), mons. Antonio Donà (Parroco della Cattedrale di Adria) e mons. Antonio Boccardo.

Uno dei privilegi più antichi della Cattedrale di Adria è costituito dalla presenza del Capitolo. Considerato il “Senato del Vescovo diocesano” fino al Concilio Vaticano II, ora questo collegio mantiene la primitiva peculiarità di promuovere e divulgare la pratica della preghiera quotidiana. Ai membri del Capitolo, di nomina vescovile tuttavia, vengono assegnati gli uffici particolari necessari per il buon governo della chiesa-madre della diocesi. Tra essi elenchiamo l’ufficio di Arciprete (1^ dignità), l’Arcidiacono (2^ dignità), il Penitenziere, il Teologo, l’Archivista, il Sindaco, il Segretario, il Puntatore, i Cappellani corali.
Dopo la recente scomparsa dell’indimenticabile Mons. Mario Furini, con squisita sensibilità pastorale nei confronti della Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo rimasta orfana del Padre, il Vescovo Mons. Pierantonio ha inviato ad Adria Mons. Antonio Donà, già Rettore del Seminario. Sostenuto dalla grande esperienza pastorale, dal suo carattere mite e da un livello culturale notevole, Mons. Donà (che risulta essere il 55° nell’ordine cronologico degli arcipreti della Cattedrale) è subito entrato nel cuore degli adriesi che lo sentono padre, fratello e guida spirituale. Nel veloce passaggio di consegne, per il nuovo Arciprete della cattedrale era necessaria tuttavia l’investitura canonicale come previsto in materia dal diritto ecclesiastico. Per completare quindi il percorso iniziato l’8 dicembre scorso con la nomina arcipretale comunicata dal Vescovo all’Assemblea dei fedeli, riunita nella S. Messa parrocchiale delle 9,15, S.E. Mons. Pierantonio aveva fissato la cerimonia di investitura per il 6 gennaio, festa dell’Epifania. Nello stesso giorno inoltre, è stato investito come canonico effettivo del Capitolo cattedrale con l’incarico di Penitenziere, mons. Antonio Boccardo, proveniente dalla Parrocchia della Commenda di Rovigo. Con queste nuove investiture il Capitolo sarà composto da otto canonici effettivi (Monsignori Donà, Boccardo, Dall’Occo, Gatti, De Stefani, Dal Passo, Polo, Bernardinello) e undici onorari.

15 Gennaio Giornata Mondiale del Rifugiato. Chiesa per amicizia, scuola e dialogo.

tratto da pag. 3 de”laSettimana” del15Gennaio 2017

È di qualche giorno fa la notizia del ritrovmento, nel Golfo del Bengala, di un bambino di 16 mesi  affogato mentre cercava di raggiungere, insieme alla madre e al fratellino di tre anni, il Bangladesh.
Si chiamava Mohammed Shohayet. La sua immagine ricorda quella del piccolo Aylan che avevascosso l’opinione pubblica mondiale nel settembre del 2015.
Un cammino – e un dramma – quello dei minori migranti, soprattutto non accompagnati, che continua senza sosta. Un mondo di persone “vulnerabili e senza voce” che la Chiesa segue con particolare attenzione con l’obiettivo di non lasciarle sole, perché tutti possano sentirsi a “casa”.
Risvegliare le coscienze. In Calabria, nella diocesi di Catanzaro-Squillace, l’Ufficio Migrantes, è impegnato in un’azione di sensibilizzazione alla realtà migratoria per risvegliare le coscienze della popolazione e delle istituzioni, educandole all’accoglienza, all’integrazione e alla mondialità.
Attraverso la Fondazione “Città solidale Onlus”, da tempo promuove percorsi formativi per docenti della scuola pubblica, di diverso grado, al fine di dare risposta all’urgente bisogno di conoscenza della realtà scolastica, di aggiornamento e di educazione all’integrazione scolastica anche in considerazione dell’aumento dei minori stranieri presenti nella provincia.
Per garantire il diritto allo studio, le persone di nazionalità non italiana presenti sul territorio e accolte nelle strutture residenziali create ad hoc da Città solidale sono state inserite in corsi di alfabetizzazione della scuola pubblica, proseguendo poi nei gradi di studio successivi.
Sostegno e animazione. Da Sud al Nord, con la Caritas di Rimini impegnata in un progetto rivolto ai bambini immigrati di “terza generazione” che frequentano le scuole elementari e medie inferiori della città. Si tratta di un servizio di sostegno scolastico, animazione, attività laboratoriale rivolto a una quarantina di ragazzi figli di immigrati provenienti da dieci Paesi diversi. Oltre all’aiuto e all’assistenza, Caritas e Migrantes della diocesi offrono ai minori immigrati l’opportunità di aderire a percorsi di catechesi e di partecipare a momenti liturgici.
Mediazione linguistica. In Centro Italia, a Prato un progetto scolastico coinvolge, oltre al Comune, tutti gli altri Comuni della Provincia, la Provincia stessa, gli istituti comprensivi di ogni ordine e grado statali e non, l’Ufficio scolastico provinciale e quello regionale, la Regione Toscana e gli uffici diocesani di Migrantes e Caritas nella realizzazione di laboratori di facilitazione linguistica, di settimane di accoglienza per alunni neo-arrivati, di formazione agli insegnanti, di corsi estivi di lingua per bambini e ragazzi, di sportelli di mediazione linguistica e culturale nelle scuole per ragazzi con specifiche problematiche e di interventi per genitori. Da qui, riferisce l’ultimo “Rapporto immigrazione” di Caritas Italiana e Fondazione Migrantes, è nato Watercolors, un’iniziativa che prende le mosse dai percorsi di educazione interculturale promossi dalla Caritas di Prato e dell’associazione “Insieme per la famiglia” nelle scuole primarie del territorio e finalizzati a far conoscere e far dialogare le diverse culture che possono essere presenti sui banchi di scuola attraverso la musica, divenuta strumento di animazione interculturale e opportunità e occasione di dialogo e confronto oltre che passione condivisa da un gruppo di lavoro che riunisce al suo interno giovani provenienti da Paesi e religioni diverse. Tra i ragazzi che compongono il gruppo ci sono, infatti, oltre agli italiani anche cinesi, albanesi, romeni, ucraini, nigeriani, filippini e marocchini.
Teatro, laboratori. Un progetto teatrale “Nostra signora libertà” è stato invece promosso a Messina dalla compagnia “Daf – Teatro dell’esatta fantasia”, insieme alla Caritas e all’Ufficio Migrantes della diocesi. Spettacoli, laboratori e un ciclo di incontri con italiani e minori stranieri non accompagnati che ha portato alla programmazione di 4 spettacoli.
Per gli scolari italiani. Dall’Italia ai nostri connazionali residenti a Colonia, quarta metropoli più popolosa della Germania, dove risiede una tra le più interessanti comunità italiane in terra tedesca, ancora oggi meta di migranti italiani in cerca di lavoro. Qui vivono oltre 25mila connazionali, 6mila dei quali non hanno ancora raggiunto la maggiore età e affrontano problemi legati all’inserimento nel mondo della scuola.
Sono molte, infatti, le difficoltà che incontrano sia i neo scolari appena arrivati dall’Italia, sia i figli di italiani di seconda o terza generazione.
In aiuto a queste persone da dieci anni opera, in uno dei quartieri a maggiore densità di italiani, l’associazione “Offene Welt” (Mondo aperto) che offre un doposcuola pomeridiano e lezioni di sostegno ai bambini e ai ragazzi in difficoltà.
Famiglie rom e circensi. Esistono, non di meno, vari progetti riguardanti il mondo dei bambini rom e sinti e delle famiglie circensi. Un progetto che si è sviluppato in diverse regioni del Nord e Centro Italia si rivolge proprio ai bambini dello spettacolo viaggiante. Nel 2016 sono stati seguiti 500 ragazzi. Partito con una sperimentazione nel Triveneto e in Toscana, il progetto ha già ottenuto ottimi risultati passando dall’assistenza scolastica per il primo ciclo di scuola alla scuola superiore. Un percorso particolarmente importante per evitare l’abbandono scolastico di questi ragazzi.

Raffaele Iaria

 

 

 

 

 

Prosegue “Messa…Gi”. Questa sera in seminario alle ore 21.

La Pastorale giovanile invita i giovani a partecipare alla prima “Messa Gi” dell’anno, dopo le due che si sono svolte sul finire del 2016. Questo momento è stato ideato perchè i giovani universitari residenti in città, i partecipanti alle settimane in “casa gp2” , i seminaristi e tutti quelli che ne vogliono far parte possano condividere non solo l’incontro con Lui nella celebrazione Eucaristica, ma anche un po’ di convivialità prima e dopo la Messa. Ogni secondo mercoledì del mese.

Questa sera ore 21 presso la Cappella del Seminario diocesano in Via Pascoli,51.

VI ASPETTIAMO

Le origini dell’Oratorio della Madonna della Salute.

tratto da pag. 20 de “la Settimana” dell’8 Gennaio 2017

madonna-della-salute-028

Per la ricorrenza della Madonna della Salute 2016 tre associazioni hanno collaborato per ricordare le origini dell’oratorio badiese.
L’iniziativa è partita dall’Associazione Amici di San Teobaldo che ha coinvolto il Sodalizio Vangadiciense e l’Associazione Culturale Kormetea Artis di Spininbecco di Villa Bartolomea.
Due i momenti di questa iniziativa: per un pubblico adulto è stata organizzata una visita guidata all’oratorio mariano, curata dal Sodalizio Vangadiciense, per illustrare le sue origini storiche; un’animazione riservata agli alunni delle scuola primaria realizzata da Kormetea Artis sul canovaccio storico ricavato da documenti forniti dal Sodalizio Vangadiciense. Tre i personaggi di questa animazione teatrale proposta dalla badiese Valeria Bonetto che fa parte di Kormetea Artis: una devota in costume del ‘700 che si trova nell’oratorio e ne vuol conoscere la storia; la “peste” che esce all’improvviso da un confessionale per ricordare che lei aveva colpito Badia quasi novant’anni prima e quindi con l’oratorio non c’entrava nulla e Giovanni Francesco Loredan che dal suo ufficio improvvisato nella sacrestia raccontava perché ha voluto questa piccola chiesa. Un’animazione ben riuscita che due insegnanti hanno così riassunto ringraziando gli organizzatori:
L’iniziativa avrebbe avuto poco di straordinario se si fosse limitata ad una semplice spiegazione della storia della chiesetta con i ragazzi  poco concentrati e magari un po’ annoiati, invece la novità è stata la rappresentazione svoltasi all’interno dell’Oratorio con tre attori che hanno interpretato in modo sublime una vecchia signora, la peste e il signor Loredan e insieme hanno guidato i ragazzi alla scoperta del come e del perché è stato edificato l’Oratorio proprio in quel luogo.
La musica suggestiva, le candele accese, i costumi hanno contribuito a riportare i ragazzi indietro nel tempo, nel 1700 quando l’edificio è stato costruito. E’ difficile trovare le parole per raccontare la sorpresa dei bambini nel vedere apparire i vari personaggi che si rivolgevano direttamente e loro per raccontare la storia, soprattutto la “peste” ha messo anche un po’ di timore e molta curiosità.
Anche le insegnanti che non conoscevano i particolari dell’iniziativa sono state prese alla sprovvista e hanno seguito la piccola rappresentazione con viva partecipazione.

(Docente della Scuola Primaria Statale “Pertini”)

La scuola primaria paritaria “Paola Di Rosa” di Badia Polesine, ha partecipato nell’Oratorio della B. V. della Salute ad un incontro/spettacolo finalizzato alla conoscenza del nostro territorio, nello specifico dell’Oratorio e della sua storia: quando è stato costruito, perché e da chi fu fondato. L’esperienza è stata molto positiva e ha suscitato negli alunni interesse e curiosità. Un particolare ringraziamento ai promotori che, attraverso la drammatizzazione, hanno saputo coinvolgere e catturare l’attenzione di tutti i bambini confidando che per il futuro vi possano essere altre iniziative coinvolgenti come lo è stata questa.

(Docente della Scuola Primaria paritaria
“Paola Di Rosa”)

I fatti del 2016. Per alcuni un anno “horribilis”, per altri uno come tanti ma per certi versi è un anno comunque indimenticabile.

tratto da pag. 18 de “la Settimana” online

Gennaio

1º gennaio: La fisica italiana Fabiola Gianotti   assume l’incarico di direttrice del CERN di Ginevra.fabiola-giannotti

 2 gennaio: in Arabia Saudita vengono giustiziati 47 detenuti, colpevoli secondo la giustizia saudita di aver progettato e compiuto attentati terroristici contro civili. Tra i giustiziati molti sciiti, questo atto provoca l’interruzione delle relazioni diplomatiche intercorse fra il paese saudita e l’Iran.
 4 gennaio: la casa automobilistica Ferrari fa ingresso in Piazza Affari alla Borsa di Milano con il proprio titolo azionario.
 6 gennaio: la Corea del Nord compie un esperimento nucleare con la bomba all’idrogeno. Il test provoca contemporaneamente un sisma di magnitudo 5.1, suscitando forti condanne e perplessità da parte della comunità internazionale.
11 gennaio: l’argentino Lionel Messi si aggiudica la quinta edizione del Pallone d’oro FIFA.
12 gennaio: a Istanbul un kamikaze saudita dell’ISIS si fa esplodere in un attacco terroristico che causa 10 morti e 15 feriti.
28 gennaio: L’OMS annuncia lo scoppio dell’epidemia del virus Zika.
31 gennaio: un triplice attentato scuote la città di Damasco in Siria: 60 vittime e oltre 100 feriti. Gli attentati, rivendicati dall’ISIS, sono causati da un’autobomba e da due kamikaze esplosi in aria.

Febbraio

3 febbraio: viene scoperto in Egitto l’omicidio di Giulio Regeni , ricercatore italiano rapito il precedente 25 gennaio.

giulia-regeni
11 febbraio: negli Stati Uniti e in contemporanea a Pisa viene annunciata la scoperta delle onde gravitazionali.
12 febbraio: a Cuba viene firmata la dichiarazione comune di papa Francesco e del patriarca Kirill (foto a destra) di Mosca e di tutta la Russia, dopo il primo incontro tra un papa e un patriarca di Mosca successivo al Grande Scisma del 1054.

papa-kiril

26 febbraio: Gianni Infantino è eletto nuovo presidente FIFA.

Marzo

6 marzo: Mons. Pierantonio Pavanello (foto a sinistra) entra ufficialmente nella diocesi di Adria-Rovigo come Vescovo

pavanello-al-micro
8 marzo: Vertice Italia-Francia a Venezia
21 marzo: il presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama realizza una storica visita a Cuba: l’ultimo presidente statunitense a visitare l’isola fu Calvin Coolidge nel 1928.
22 marzo: Serie di attacchi terroristici all’Aeroporto di Bruxelles-National ( foto in basso) e all’interno della metropolitana, rivendicati dall’ISIS, causano 34 morti e 300 feriti.

bruxelles
24 marzo: Radovan Karadži viene condannato a 40 anni di carcere per crimini con l’umanitàcommessi nel massacro di Srebrenica e nell’assedio di Sarajevo.

Aprile

3 aprile: scandalo dei Panama Papers.

16 aprile: terremoto di magnitudo 7,8 colpisce l’Ecuador
17 aprile: In Italia, referendum abrogativo contro le trivellazioni entro le 12 miglia da coste e aree protette.

trivelle

Maggio

9 maggio: Transito di Mercurio.
 19 maggio: Precipita un airbus dell’Egyptair nel Mare Egeo, a largo della Grecia, partito da Parigi e diretto a Il Cairo.
22-23 maggio: elezioni presidenziali in Austria.
26-27 maggio: 42° vertice del G7 a Shima in Giappone.
28 maggio: Il Real Madrid batte in finale a Milano l’Atletico e vince la sua undicesima Champions League
La Femi Cz Rugby Rovigo batte il Calvisano 20-13 e si laurea campione d’Italia per la 12a volta.

rovigo-campioni

Giugno

2 giugno: 70º anniversario della Repubblica Italiana.
4 giugno: Allo stadio Olimpico di Roma la Juventus batte il Milan 1-0 e si aggiudica la Coppa Italia.
7 giugno: Hillary Clinton diviene la prima donna candidata alla Presidenza degli Stati Uniti d’America.
12 giugno: Una Strage in un locale gay di Orlando, rivendicata dall’ISIS, provoca 50 morti e 53 feriti.
16 giugno: Viene assassinata la deputata britannica Jo Cox che si era dichiarata apertamente contro la Brexit in vista del referendum britannico sull’UE del 23 giugno seguente.
    23 giugno: I cittadini del Regno Unito al referendum sulla permanenza del Regno Unito nell’Unione europea si esprimono per l’uscita del paese dall’Unione.brexit
26 giugno: elezioni anticipate in Spagna.
   28 giugno: Un attentato terroristico all’aeroporto di Istanbul provoca 42 morti.

Luglio

1º luglio: Un commando di terroristi islamici fa irruzione nel ristorante “Holey Artisan Bakery” a Dacca, in Bangladesh, uccidendo 20 persone tenute in ostaggio.
A Badia Polesine, nella Chiesa Parrocchiale il Patriarca di Venezia Francesco Moraglia celebra la festa di San Teobaldo.
5 luglio: la sonda spaziale Juno sviluppata dalla NASA entra nell’orbita di Giove.
10 Luglio: A Parigi il Portogallo batte la Francia 1-0 e si aggiudica il Campionato Europeo di Calcio.
12 luglio: Un Incidente ferroviario tra Andria e Corato in Puglia, causa 23 morti e più di 50 feriti.

puglia-treni
13 luglio: in Regno Unito, Theresa May assume l’incarico di primo ministro inglese al posto del dimissionario David Cameron.
14 luglio: Una Strage terroristica a Nizza rivendicata dall’ISIS, causa 85 morti e oltre 200 feriti.nizza
15 luglio: Tentativo di Colpo di stato in Turchia.
22 luglio: Un attentato in un centro commerciale di Monaco di Baviera provoca 9 morti e 35 feriti.
30 luglio: torna alla casa del Padre Don Luigi Spirandelli.
26 luglio – 31 luglio: a Cracovia (Polonia) ha luogo la XXXI Giornata Mondiale della Gioventù, presieduta da Papa Francesco.

Agosto

8 Agosto: All’età di 74 anni e dopo una lunga malattia torna alla casa del Padre Mons. Mario Furini , Parroco della Cattedrale di Adria.furini-don-mario
24 agosto: Una forte scossa di terremoto ad Amatrice causa la morte di 298 persone.720x450xamatrice-terremoto-jpg-pagespeed-ic-nx0xnqzbok

Settembre
4 settembre: Canonizzazione di Madre Teresa di Calcutta.
16 settembre: all’età di 96 anni muore l’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.
18 settembre: elezioni politiche in Russia.

Ottobre
30 ottobre: Terremoto di magnitudo 6.5 della scala Richter nel Centro Italia con epicentro tra Norcia e Macerata.norcia

Novembre

7 novembre: muore il cantautore canadese Leonard Cohen.
8 novembre: Donald Trump vince le elezioni presidenziali degli Stati Uniti d’Americatrump
20 novembre: chiusura del Giubileo della Misericordia in Vaticano.
25 novembre: muore il rivoluzionario e politico cubano Fidel Castro
28 novembre: un Volo LaMia Airlines 2933 partito dall’aeroporto Viru Viru di Santa Cruz de la Sierra (Bolivia) e diretto a Medellín precipita sul fianco di una montagna a La Unión causando 71 vittime tra cui molti giocatori della squadra di calcio brasiliana Chapecoense.

Dicembre

4 dicembre: Referendum costituzionale del 2016 in Italia  ripetizione del ballottaggio in Austria.
7 dicembre: Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi rassegna le dimissioni nelle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
10 dicembre: Un’autobomba e un kamikaze TAK sono esplosi vicino allo Stadio BJK di Istanbul dopo una partita. il bilancio è di 38 morti e 155 feriti.
11 dicembre: Attentato contro i cristiani del Cairo provoca 25 morti e una trentina di feriti.
12 dicembre: Paolo Gentiloni (nella foto) assume l’incarico di Presidente del Consiglio dei ministri.gentiloni
19 dicembre: Un attentato terroristico a Berlino in un mercatino di Natale, rivendicato dall’ISIS provoca 12 morti e 48 feriti.
21 dicembre: torna alla casa del Padre Don Girolamo Toffanin.
 22 dicembre: l’autostrada Salerno-Reggio Calabria viene completata e ridenominata Autostrada del Mediterraneo
23 dicembre: a Doha (Qatar) il Milan batte la Juventus ai calci di rigore e conquista la sua settima Supercoppa Italiana.

29 dicembre: torna alla casa del Padre Don Alfonso Bologna.

Presepi o arte? Tutti e due il 6 Gennaio. La Fiab propone la prima uscita dell’anno

Tratto da pag. 13 de “la Settimana” del 25 Dicembre 2016

Per il giorno dell’Epifania l’associazione FIAB – Amici della bici di Rovigo organizza la tradizionale prima uscita dell’anno nuovo “In giro per presepi” ma quest’anno con una novità. Scegliendo di “esplorare” i presepi della vicina città di Padova ha abbinato la visita alla mostra “L’impressionismo di Zandomeneghi” a palazzo Zabarella.
La mostra espone 100 opere a ricostruire la vicenda artistica del pittore veneziano Federico Zandomeneghi ((Venezia 1841 – Parigi 1917), protagonista di una stagione straordinaria della pittura italiana ed europea dell’Ottocento, a cento anni dalla sua scomparsa. Meteo permettendo, si raggiungerà Monselice in treno per poi arrivare a Padova in bicicletta. Si parte da Rovigo con il treno delle ore 8.10.
Alla mostra di Palazzo Zabarella la visita, al mattino, sarà guidata dal professor Riccardo Ghidotti che già ha collaborato con gli Amici della bici in altre occasioni. Il pomeriggio sarà dedicato alla visita ai presepi artistici nel centro storico di Padova, accompagnati da Bruna Gallo, presidente dell’associazione Gattamelata. Il rientro è previsto in serata. Il percorso in bici, facile, è di complessivi 45 km. Presepi o arte? Non si è sempre obbligati a fare delle scelte, se non l’unica di iscriversi.
Tutte le informazioni presso la sede dell’Associazione in Corso del Popolo, 272 (martedì e giovedì 10.00-12.00 e il martedì pomeriggio 17.00-18.30) o al telefono 338 5684774 o via e-mail amicibicirovigo@gmail.com. L’iniziativa è aperta a tutti, soci e non soci. E’ necessaria l’iscrizione entro martedì 20 dicembre. La visita alla mostra d’arte si collega al programma “Fiab-Arte” per conoscere altri siti di interesse nel territorio limitrofo, raggiungibile, come da scelta Fiab, con mezzi sostenibili come il treno. La successiva è al Ghetto ebraico di Venezia il 29 gennaio.

Natale di solidarietà con la Corale Adriese

Tratto da pag. 20 de “la Settimana” del 25/12/2016

E’ stato un pomeriggio di musica e solidarietà per la comunità di Lusia. Di solidarietà per non dimenticare Matteo e Anna i due ragazzi entrambi orfani dei genitori che il Parroco Don Fabio Bolognesi ha ricordato nell’apertura del Concerto e dei quali “si ricordano ancora in tanti e da tutta Italia”. E di musica per la toccante e perfetta esibizione della storica Corale Adriese venuta a Lusia per la prima volta nella circostanza natalizia. All’inizio hanno portato i saluti di Bancadria (sostenitrice dell’opera di aiuto ai due ragazzi) il Direttore Generale Antonio Biasioli ed il Vice Presidente Mosè Davì che hanno ringraziato i presenti e sottolineato come “queste iniziative di solidarietà, rivolte ai bambini, sono proprie di una Banca di Credito Cooperativo”. Per l’Amministrazione presente il Sindaco Luca Prando e l’Assessore alla Cultura Michele Bassani. Per la Banca il Consigliere Simone Meneghini ed il Vice Responsabile della Filiale Massimo Rigobello. La storica corale Adriese è formata da 80 elementi uniti dall’amore per il bel canto che hanno festeggiato, lo scorso anno, i 120 anni dalla fondazione. Il loro programma  comprendeva musiche con arie note e conosciute che hanno reso il pubblico partecipe e coinvolto. Al pianoforte Andrea Chinaglia, maestro collaboratore Giovanna Manzato e alla direzione del coro il Maestro Massimo Siviero. L’esibizione è stata sostenuta da Bancadria-Credito Cooperativo del Delta. Tanti applausi ad una formazione dai lusinghieri successi in giro per l’Italia che anche a Lusia è riuscita a farsi apprezzare.

Viaggio nel digitale. Dialogo tra età con esperienze diverse

Tratto da pag. 19 de “la Settimana” del 18 Dicembre 2016

Si è conclusa con successo l’ultimo incontro del progetto “Viaggio nel digitale: andata e ritorno” promosso dall’Associzione La Tenda Onlus in collaborazione con l’Amministrazione Comunale, il Forum Giovani, CTG “Atene del Polesine”, Consiglio Comunale dei Ragazzi, Acat, Amici di San Francesco, Protezione Civile e la Consulta della terza età.
Il progetto, finanziato dal CSV di Rovigo, ha visto nel corso di sei mesi di impegno, un percorso di condivisone tra il mondo giovanile e quello più maturo, scambiandosi reciproche conoscenze ed instaurando un legame di amicizia e solidarietà.
Il percorso, suddiviso in due azioni specifiche, ha dato l’opportunità alle persone della terza età di avvicinarsi al mondo dell’informatica e del digitale, usando anche le nuove tecnologie per accedere a nuovi servizi e socializzare sempre in modalità più smart.
Nel contempo, le generazioni più vissute, hanno avuto modo di donare ai giovani momenti di memoria storica e di tradizione che altrimenti rischierebbero di andare perduti.
In particolare, si sono trattate le tematiche della storia passata di Lendinara, come ad esempio il periodo di grande splendore come quello in cui era in funzione lo jutifico e lo zuccherifico, oppure riscoprire tradizione come quelle culinarie o di cucito.
Nell’ultimo incontro si sono condivisi i risultati raggiunti con la visione di un video che riassumeva tutti i  momenti più importanti del progetto, e la messa in opera delle capacità acquisite da parte di tutti i soggetti, come, per esempio, impastando la pasta fresca o realizzando piccole opere di cucito.
Grande entusiasmo si è visto nelle giovani scout partecipanti al pomeriggio, in cui si sono condivisa la necessità di proseguire il percorso iniziato con ulteriori incontri e momenti di socializzazione.
Proprio su questo invito si è soffermato l’Assessore alle politiche sociali Federico Amal che ha ringraziato per l’ottimo lavoro tutti i partecipanti al progetto ed, in particolar modo, Monica Crivellaro che, come referente dell’associazione La Tenda, ha coordinato i lavori e gestito il progetto.

All’incontro, a cui hanno partecipato anche l’Assessore Francesca Zeggio ed il vice presidente del CSV di Rovigo Gabriele Bellesia, si è consegnato un DVD ricordo con tutte le foto ed il video di sintesi dell’esperienza appena vissuta.

Nessuna “mail” della Curia per il Referendum

Il quotidiano “La Voce di Rovigo” riferisce nell’edizione di martedì 6 dicembre scorso che un messaggio elettronico via mail a sostegno del “Si” per il referendum, sarebbe stato inviato dalla Curia Vescovile – con un’intestazione inconsueta (Curia pastorale sociale) – a diverse persone. La Curia Vescovile si dichiara assolutamente estranea ad un’azione di questo tipo e ritiene possa essersi trattato di un fatto di “pirateria informatica”.

La quarta elementare della Scuola Fleming scrive ai bambini di Norcia.

Tratto da pag. 6 de “la Settimana” del 4 dicembre 2016

La scuola elementare Fleming del polo scolastico locale, dipendente dal comprensivo di Castelmassa guidato da Piero Bassani, in più modi è stata vicina alle istituzioni educative dell’obbligo nelle zone terremotate dell’Italia centrale.
In particolare segnaliamo con piacere la classe quarta della primaria in cui insegnano Giorgia Luppi, Barbara Maragna, Vera Gianfriddo, Giada Fioratti, Gianna Garavello e Martina Freddi. Detti scolari  hanno voluto formalmente essere vicini a livello epistolare a tutti i bambini e i ragazzi della fascia dell’obbligo di Norcia, i quali, causa il recente terremoto, hanno potuto iniziare l’a.s. 2016-2017 solo in questi giorni in una struttura provvisoria ma insostituibile a livello formativo.
La lettera
“Siamo vicini a voi tutti e ai vostri cari per la perdita degli affetti e soprattutto dei luoghi che hanno fatto la vostra storia individuale e collettiva nel tempo. Pur noi nel maggio 2012 abbiamo provato la stessa paura per il terremoto lombardo-veneto-emiliano e quindi ben sappiamo cosa vuol dire vedere e sentire che la terra trema. Vi auguriamo che la scuola possa, attraverso molteplici proposte didattiche, colmare o, quanto meno, alleviare i profondi disagi esistenziali vostri provocati dal cataclisma dello scorso agosto. Vi chiediamo inoltre di risponderci e di avviare un rapporto amicale tramite lettera onde instaurare una solida amicizia fra noi e voi in merito al lavoro che faremo e farete in aula, nei laboratori e in palestra. Vi abbracciamo tutti onde farvi capire che vi siamo vicini seppur lontani geograficamente”.
Il dirigente scolastico Piero Bassani ha “subito plaudito all’originale iniziativa che fa onore alla classe quarta castelnovese e alle docenti coinvolte”.
Il sindaco Massimo Biancardi ha già fatto i complimenti “a tutti gli alunni e alle maestre di quarta elementare, ciò a nome dell’amministrazione che rappresento e dell’intera cittadinanza”.

La diocesi a Casa tua